Saper fare: origami natalizi

Gli origami hanno sempre un fascino particolare, da fare in allegria con gli amici e con i famigliari: Realizza bellissimi origami di Natale

Inoltre, ecco alcune idee originali, usando anche materiali riciclatiAddobbi, decorazioni, idee per il Natale.

Quando ideate i vostri origami condivideteli con la vostra famiglia e i vostri amici, sono convinto che mettendo in comune sia lo studio che il piacere dell’origami, la gente di paesi diversi può sviluppare una amicizia che potrà, in un certo modo, contribuire alla pace nel mondo.

Kunihiko Kasahara

Nella storia dell’origami, la carta piegata giapponese, si può risalire a più di ottocento anni or sono. Per tutti questi secoli quest’arte è stata parte integrante della cultura giapponese, ed è giunta fino a noi con tutti gli sviluppi ed i cambiamenti che avvengono in una cultura viva. Questa è la prova del fascino e del piacere che sono insiti nell’origami.
Oggi un gran numero dei modelli di origami più famosi sono entrati nella tradizione.

La bellezza e il pregio maggiori dell’origami sono la semplicità: la capacità di esprimere le caratteristiche essenziali degli oggetti deriva dalla semplificazione delle forme nei loro limiti più spogli, usando la fresca incisività della carta normale e impiegando un numero limitato di tecniche.

Tratto dal libro Origami di Kunihiko Kasahara, Il Castello ed., 1973

Ogni affascinante modello di origami di Kunihiko Kasahara è pervaso dall’amore dell’artista per la propria arte, e da un frizzante senso dell’umorismo. L’origami ha tre attrattive caratteristiche:

– il piacere del piegare,
– il piacere di ammirare ciò che si è piegato,
– il piacere di usare la propria immaginazione in modo creativo.

Quest’ultimo “piacere” è il punto su cui vogliamo porre più enfasi. Una volta acquisita una vera comprensione delle basi logiche sulle quali sono fondati gli origami, si può essere capaci di sviluppare nuove creazioni. A questo punto l’origami creativo inizierà a portare un fresco senso di gioia nella vostra vita quotidiana.

Nel buon origami il procedimento di piegatura in se stesso è importante quanto il lavoro finito. Se la piegatura è stata laboriosa, eccessivamente complicata e con sprechi, tutti questi difetti si manifesteranno nel modello finito che sarà rigido, disordinato e non certo attraente. Ma se la piegatura ha una sua economia e segue un procedimento razionale, l’origami finito certamente sarà piacevole. L’economia e l’efficienza del metodo di piegatura divengono i tratti caratteristici del modello piegato e danno in questo modo una espressività immediata alle semplici ma polivalenti qualità della carta.

Un aspetto del piacere nel creare origami ben riusciti, è il fatto di poter piegare dei modelli di carta ovunque ed in qualsiasi momento.

Kunihiko Kasahara
4 luglio 1973

Idee di origami per proseguire la ricerca

L’origami è un gioco che si fa con la carta. C’è gente che lo definisce “arte”. Suppongo che ciò sia la logica conseguenza del desiderio di ottenere un riconoscimento, nonchè di una alta valutazione per le cose che una persona crede interessanti. Condivido questo desiderio, ma preferisco definire l’origami un “gioco” poichè non ci può essere divertimento più completo di quello che mi rende capace di usare le mie mani in modo tale da far volare uccelli, sbocciare fiori e nascere figure umane dalle punte delle mie dita.

A causa della natura di questo gioco, la tendenza generale è di guardare i modelli degli origami come una rappresentazione realistica delle cose. Ma, come in altri campi di ricerca, l’origami può certamente avere una corrente principale e delle tendenze collaterali, una delle quali può essere quella dell’origami astratto. L’origami astratto non ha nomi, ma è, credo, sempre gradevole da guardare.

Nato in una lontana era di pace, l’origami è stato accuratamente coltivato attraverso molti secoli. È mia speranza che noi si possa continuare a svilupparlo e a trasmetterlo ad altre generazioni fin nel lontano futuro.

Kunihiko Kasahara